Glossario Forex

Il registro di tutte le operazioni.

La quantità di denaro presente nell’account

Una valuta si apprezza quando il suo prezzo sale in risposta alla domanda del mercato; in generale, un incremento nel valore di uno strumento o di un bene.

Operazione mediante la quale si compra o si vende su un mercato facendo immediatamente l’operazione opposta su un altro mercato con lo scopo di beneficiare dalla differenza di quotazioni tra un mercato e l’altro.

Il prezzo al quale il mercato è disposto a vendere una specifica valuta.

I dipartimenti e i procedimenti coinvolti nella liquidazione delle operazioni finanziarie (ossia, conferma scritta ed esecuzione degli scambi, tenuta dei registri).

Un registro delle transazioni economiche di una nazione con il resto del mondo nel corso di un determinato periodo di tempo; include merci, servizi e flussi di capitali.

Il valore delle esportazioni di un paese meno le importazioni.

Un tipo di grafico formato da quattro punti significativi: i prezzi massimo e minimo che formano la barra verticale; il prezzo di apertura, che è segnato con una piccola linea orizzontale alla sinistra della barra; il prezzo di chiusura, che è segnato con una piccola linea orizzontale alla destra della barra.

La valuta nel quale l’investitore o l’emittente mantiene i suoi libri contabili; la valuta rispetto alla quale le altre sono quotate. Nel mercato Forex, il dollaro statunitense è di solito considerato la valuta “base” nelle quotazioni, ossia le quotazioni sono espresse sotto forma di unità di 1 dollaro in rapporto all’altra valuta quotata nella coppia.

Un’unità che equivale a un centesimo di punto percentuale.

Un investitore che ritiene che i prezzi/il mercato scenderanno.

Un mercato caratterizzato da un periodo prolungato di discesa dei prezzi accompagnati da un diffuso pessimismo.

Il prezzo a cui un acquirente è disposto a comprare; il prezzo offerto per una valuta.

Nel gergo dei dealer indica le prime cifre di un tasso di cambio. (Queste cifre cambiano raramente nelle normali fluttuazioni di mercato e quindi vengono omesse nelle quotazioni, soprattutto in periodi di elevata attività di mercato. Per esempio, il prezzo USD/Yen potrebbe essere 107,30/107,35, ma potrebbe venire pronunciato senza le prime tre cifre ossia ”30/35”.)

Le obbligazioni sono strumenti negoziabili (titoli di debito) emessi da un emittente per raccogliere capitale. Esse possono corrispondere un interesse fisso o un interesse variabile, detto cedola. Se i tassi di interesse scendono, i prezzi delle obbligazioni salgono e viceversa.

Gergo dei trader che si riferisce al tasso di cambio della sterlina sul dollaro statunitense (così chiamato perché in origine, a metà dell’800, il tasso era trasmesso tramite un cavo (cable) transatlantico).

Un grafico che indica l’intervallo di trading della giornata così come il prezzo di apertura e chiusura. Se il prezzo di apertura è maggiore di quello di chiusura, il rettangolo tra i due prezzi è ombreggiato. Se il prezzo di chiusura è più alto del prezzo di apertura, il rettangolo non è ombreggiato.

Mercati per gli investimenti di medio-lungo termine, di solito superiori a un anno. (Questi strumenti negoziabili sono più internazionali rispetto al “mercato monetario”, ad esempio le Obbligazioni Governative e gli Eurobond)

Organizzazione governativa o semigovernativa che gestisce la politica monetaria ed emette la cartamoneta di un paese. (Per esempio, la banca centrale americana è la Federal Reserve, altre sono la BCE, la BOE e la BOJ).

Un individuo che utilizza grafici, analisi di patterns e interpreta i dati storici per individuare i trend del mercato e prevedere gli andamenti futuri; è chiamato anche Investitore Tecnico.

Il processo di liquidazione di uno scambio.

Esposizioni in valute estere che non esistono più. (La procedura per chiudere una posizione è vendere o comprare una certa somma di valuta per controbilanciare una somma uguale a quella della posizione aperta. Questo farà “quadrare” la posizione).

Il compenso richiesto da un broker per le transazioni eseguite.

Un documento scambiato tra le controparti in una transazione che stabilisce i termini della stessa.

L’unità standard degli scambi.

Uno dei partecipanti, sia esso una banca o un cliente, alla transazione finanziaria.

Un tasso di cambio tra due valute. (Il tasso incrociato è detto non standard nel paese dove la coppia di valute è quotata. Ad esempio, negli USA, una quota GBP/CHF sarebbe considerato un tasso incrociato, mentre nel Regno Unito o in Svizzera sarebbe una delle principali coppie scambiate.)

Qualsiasi forma di denaro emesso da un governo o da una banca centrale e utilizzata come mezzo di pagamento o come base per lo scambio.

Aprire e chiudere la stessa posizione o più posizioni nella stessa sessione giornaliera di negoziazione.

Una persona o un’azienda che agisce come responsabile o controparte di una transazione. I responsabili occupano un lato di una posizione, sperando di guadagnare uno spread (profitto) svendendo la posizione in uno scambio successivo con un’altro partecipante. Invece, un broker è un individuo o una società che agisce come un intermediario, mettendo insieme compratori e venditori in cambio di commissioni.

Un saldo negativo dello scambio o dei pagamenti.

Una consegna effettiva dove entrambe le parti eseguono e prendono direttamente in consegna le valute scambiate.

Il prendere in prestito o prestare denaro. Il tasso al quale il denaro è prestato è conosciuto come il tasso di deposito (o depo rate). Anche i Certificati di Deposito (CD) sono strumenti negoziabili.

A decline in the value of a currency due to market forces.

Un contratto il cui prezzo deriva dal valore di mercato dell’attività sottostante, future o di altri strumenti finanziari. Un’Opzione è il più comune strumento derivato.

La deliberata rettifica al ribasso del prezzo di una valuta, di solito in conseguenza di un annuncio ufficiale.

La Banca Centrale dell’Unione Monetaria Europea.

Una statistica che indica l’attuale crescita e stabilità economica emessa da un’istituzione governativa o non-governativa, tra cui figurano il Prodotto Interno Lordo (PIL), il tasso di Occupazione, i Deficit Commerciali, la Produzione Industriale e le Scorte Aziendali.

Lo scopo principale dell’EMU è di stabilire una singola valuta europea che rimpiazzerà ufficialmente le valute nazionali dei paese membri dell’UE nel 2002. Il 1 gennaio 1999 ha avuto inizio la fase transitoria per l’introduzione dell’Euro. Adesso l’euro esiste come moneta corrente e le transazioni finanziarie e le negoziazioni di coppie di valute estere sono effettuate in euro. Questo periodo di transizione durò 3 anni, al termine dei quali entrarono in circolazione banconote e monete in Euro. Dal 1° luglio del 2002 l’Euro è la moneta unica dei paesi appartenenti all’Unione Monetaria Europea e le divise degli stati membri della zona Euro hanno smesso di esistere. Gli attuali membri dell’EMU sono la Germania, la Francia, il Belgio, il Lussemburgo, l’Austria, la Finlandia, l’Irlanda, i Paesi Bassi, l’Italia, la Spagna e il Portogallo.

La Banca Centrale degli Stati Uniti.

Un tasso di cambio ufficiale stabilito da un’autorità monetaria per una o più valute. In pratica, anche un tasso di cambio fisso fluttua all’interno di una banda di oscillazione.

Non essere né lunghi né corti significa essere in equilibrio, neutri. Si ha un book neutro se non si hanno posizioni o se tutte le posizioni si cancellano a vicenda.

La commissione monetaria della Federal Reserve.

The simultaneous buying of one currency and selling of another in an over-the-counter market; Most major FX is quoted against the US dollar.

Il tasso di cambio predeterminato per un contratto di cambio estero fissato ad una data futura convenuta, sulla base del differenziale del tasso d’interesse tra le due valute coinvolte.

I pip aggiunti o sottratti dall’attuale tasso di cambio per calcolare il prezzo di un contratto a termine.

I cinque maggiori paesi industrializzati; US, Germania, Giappone, Francia, UK.

I sette maggiori paesi industrializzati; US, Germania, Giappone, Francia, UK, Canada, Italia.

Valore totale della produzione, del reddito e della spesa di un paese prodotti all’interno dei suoi confini.

Il prodotto interno lordo più i redditi derivanti da investimenti o lavori all’estero.

The selling of a currency or product with the expectation of the price to decrease.

It is commonly accepted that gold moves in the opposite direction of the US dollar.

Un ordine per comprare o vendere ad uno specifico prezzo. Questo ordine rimane aperto finché non effettuato o fino alla cancellazione da parte del cliente.

Una posizione o combinazione di posizioni che riducono il rischio della posizione primaria

Di solito il più alto e il più basso prezzo negoziato dello strumento finanziario sottostante nel corso dell’attuale giornata di negoziazione.

Defines the Hong Kong Hang Seng Index.

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) è un organismo di 184 paesi, che lavora per promuovere la cooperazione monetaria globale, assicurare la stabilità finanziaria, facilitare il commercio internazionale, promuovere l’occupazione e la crescita economica e fornire assistenza finanziaria temporanea ai paesi per aiutare a migliorare i saldi della bilancia dei pagamenti.

Una condizione economica dove a un aumento dei prezzi dei beni al consumo si affianca un’erosione del potere di acquisto.

Il deposito iniziale di una garanzia richiesta per entrare in una posizione a copertura delle performance future.

I tassi del Forex ai quali le grandi banche internazionali quotano altre grandi banche internazionali.

Azione decisa da una banca centrale per influenzare il valore della sua valuta entrando nel mercato (con intervento concertato si fa riferimento all’azione intrapresa da diverse banche centrali per controllare i tassi di cambio).

Measures the attitude of businesses that directly service consumers such as waiters, drivers etc.

A name for the NEKKEI index.

A term that means limiting your trades due to extreme trading conditions

Gergo per il dollaro della Nuova Zelanda.

A strategy that requires the underlying product to be traded at a defined price before a previously bought option becomes active.

Variabili economiche che si ritiene possano prevedere la futura attività economica (quali, Disoccupazione, Indice Prezzi al Consumo, Indice Prezzi alla Produzione, Vendite al Dettaglio, Reddito Personale, Prime Rate, Tasso di Sconto e Tasso dei Federal Funds).

Chiamato anche margine. Il rapporto tra la somma usata in una transazione e il deposito di sicurezza richiesta.

Lo standard per il tasso di interesse che le banche adottano le une verso le altre per i prestiti.

Un ordine con limiti sul prezzo massimo che deve essere pagato o il prezzo minimo che deve essere ricevuto. Ad esempio, se il prezzo attuale di USD/YEN è 117,00/05, allora un limit order per comprare USD sarebbe pari ad un prezzo inferiore a 102 (cioè 116,50).

La chiusura di una posizione esistente attraverso l’esecuzione di una transazione di compensazione.

La capacità di un mercato di accettare transazioni di grandi dimensioni con un impatto minimo o nullo sulla stabilità dei prezzi.

Posizione in acquisto. Se la quantità in acquisto supera la quantità in vendita, l’operazione si traduce in un aumento di prezzo della valuta.

Measures the total output of the manufacturing aspect of the Industrial Production figures.

La quota di capitale richiesta che un investitore deve depositare per garantire una posizione.

A request from a broker or dealer for additional funds or other collateral on a position that has moved against the customer.

Un dealer che quota regolarmente sia il prezzo d’acquisto che quello di vendita ed è pronto per attuare un mercato a due direzioni per ogni strumento finanziario.

Un ordine ad acquistare/vendere al migliore prezzo disponibile nel momento in cui l’ordine raggiunge il mercato.

Indicano investimenti di breve termine (ossia inferiori a un anno) e i cui operatori comprendono banche e altri istituti finanziari. Esempio ne sono i Depositi, i Certificati di Deposito, i REPO, gli Swaps su Indici Overnight e la Carta Commerciale. Gli investimenti di breve termine sono sicuri e altamente liquidi.

L’offerta di moneta indicata con M1, costituiva in passato uno dei fattori più importanti da tenere in considerazione nel mercato dei titoli del Tesoro, dal momento che la Fed nei primi anni Ottanta aveva come obiettivo la crescita di M1. Tuttavia ormai l’attenzione sull’offerta di moneta è stata abbandonata. Nella misura in cui l’offerta di moneta è ancora monitorata dal mercato, M2 è l’aggregato monetario favorito. La Fed parla ancora di M2 e M3, ma questi obiettivi significano poco al momento dell’assunzione delle decisioni politiche. Se la Fed non raggiunge il suo obiettivo, è più probabile che cambi l’obiettivo piuttosto che cambi politica. Nel 2000, la Fed ha infine abbandonato tutti i suoi obiettivi, rinunciando così a quelli che una volta avevano rappresentato dei temi caldi.

Una commissione della banca centrale responsabile delle decisioni di politica monetaria

A name for the NASDAQ 100 index.

The amount of currency bought or sold which has not yet been compensated by opposite transactions.

An option in which a fixed amount is paid to the holder if the market never touches the predetermined Barrier Level.

Symbol for NYSE Composite Index.

Una designazione per due ordini nella quale una parte dei due ordini è eseguita, l’altro è automaticamente cancellato.

An option in which the holder is paid a fixed amount if the market touches the predetermined Barrier Level.

Un ordine che sarà eseguito quando il mercato si muoverà verso il prezzo designato. Normalmente associato con ordini “Good Till Cancelled” (GTC, valido fino a revoca).

Uno scambio attivo con corrispondenti P&L non realizzati, che non è stato controbilanciato da un accordo uguale e opposto.

Un accordo che consente al titolare di poter esercitare un diritto di opzione per acquistare/vendere un determinato titolo a un determinato prezzo entro un certo periodo di tempo. (Due tipi di opzioni – call e put; un’opzione call dà il diritto di acquistare mentre un’opzione put dà il diritto a vendere. È possibile sottoscrivere o acquistare opzioni call e put.)

Un ordine è un’istruzione di negoziazione impartita dal cliente al broker. Un ordine può essere piazzato a un determinato prezzo o al prezzo di mercato. Inoltre può essere valido finché non effettuato o fino alla chiusura dell’attività.

Un scambio che rimane aperto fino al successivo giorno lavorativo.

The forex quoting agreement of matching one currency against the other.

A market that moves a great distance in a very short period. Parabolic moves can be either up or down.

An option where only part of an order has been executed.

Waiting for the markets to reach a certain levels before entering a position.

The smallest unit of price for any foreign currency.

Termine usato nel mercato valutario per rappresentare la più piccola unità del prezzo di ogni valuta estera. (A seconda del contesto, normalmente un punto base, ossia 0,0001 nel caso di EUR/USD, GBD/USD, USD/CHF e 0,01 nel caso di USD/JPY.)

Una posizione rappresenta una visione del trading espressa attraverso l’acquisto o la vendita. Può indicare l’ammontare di una valuta detenuta o dovuta da un investiture.

Nei mercati delle valute, costituisce l’ammontare di punti aggiunti al prezzo a pronti per determinare il prezzo dei contratti a termine o dei future.

I reali guadagni o perdite “realizzati”, risultanti da attività commerciali su Posizioni Chiuse, più i guadagni o le perdite teorici “non realizzati” sulle Posizioni Aperte che sono state valutate secondo il mercato.

A type of future with expiry dates every three months.

Un prezzo di mercato indicativo che mostra il più alto prezzo offerto e/o il più basso prezzo richiesto disponibile su uno strumento finanziario in un determinato periodo di tempo.

Una ripresa nei prezzi dopo un periodo di flessione

La differenza tra il prezzo più alto e quello più basso di un future contabilizzato durante una data sessione di negoziazione.

Il prezzo di una valuta rispetto ad un’altra.

Questo tipo di operazione implica la vendita e il successivo riacquisto di uno strumento in un momento e a una data specifica e si svolge nel mercato monetario di breve termine.

Termine usato in analisi tecnica che indica uno specifico livello oltre il quale, secondo l’analisi, il prezzo sarà destinato a scendere. Nei casi in cui il prezzo non riesce a portarsi al di sopra, tale punto produce un pattern che può assumere la forma di una linea retta.

L’uso di analisi finanziarie e tecniche di trading per ridurre e/o controllare l’esposizione a vari tipi di rischi.

Andare `corto` è una delle tecniche speculative di guadagno e consta nell’apertura di una posizione al ribasso, ovvero il trader vende un titolo, pur non essendone in possesso, nel momento in cui prevede un calo dei prezzi. Alla vendita seguirà l’acquisto nel momento in cui i prezzi saranno effettivamente scesi e quindi si potrà ottenere guadagno dalla differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto.

Andare `corto` è una delle tecniche speculative di guadagno e consta nell’apertura di una posizione al ribasso, ovvero il trader vende un titolo, pur non essendone in possesso, nel momento in cui prevede un calo dei prezzi. Alla vendita seguirà l’acquisto nel momento in cui i prezzi saranno effettivamente scesi e quindi si potrà ottenere guadagno dalla differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto.

Un posizione di investimento che trae vantaggio da un declino del prezzo di mercato (quando la valuta base di una coppia è venduta, allora la posizione viene definite “corta”).

Una transazione che ha luogo immediatamente anche se la liquidazione di contanti solitamente avviene entro due giorni lavorativi.

L’attuale prezzo di mercato (di solito il saldo delle transazioni spot avviene nel giro di due giorni lavorativi).

La differenza tra il prezzo della domanda e dell’offerta; usato per misurare la liquidità del mercato (spread più stretti significano di solito liquidità elevata).

Un ordine ad acquistare/vendere a un prezzo concordato (è possibile anche avere un ordine di Stop Loss concordato preventivamente, in modo che una posizione aperta sia liquidata automaticamente, una volta raggiunto o superato un prezzo specificato).

Una tecnica usata nell’analisi tecnica che indica uno specifico livello massimo e minimo di prezzo al quale un determinato tasso di cambio si correggerà automaticamente. Opposto di Resistenza.

Lo Swap è la vendita e l’ordine simultaneo di acquisto della stessa somma di una detrminata valuta ad un tasso di cambio forward.

Previsione dei prezzi attraverso l’analisi dei dati di mercato, quali: tendenze e valori medi dei prezzi storici, volumi, interessi aperti, ecc.

Una minima variazione di prezzo, verso l’alto o verso il basso.

Acquisto e vendita simultanei di una valuta da consegnare il giorno seguente.

The total volume of all executed transactions in a given time period.

Quando sia i tassi di domanda che di offerta sono quotati per una transazione FX.

The traded market from where the price of a product originates.

The hypothetical gain or loss on open positions estimated at current market rates.

A new price quote at a price higher than the previous quote.

Il tasso di interesse al quale le banche statunitensi prestano denaro ai loro clienti corporate primari.

La data nella quale le controparti di una transazione finanziaria acconsentono di liquidare le proprie obbligazioni, es. compravendita dei titoli. Per le transazioni di valuta in contante, la data utile è normalmente 2 giorni lavorativi successivi alla transazione. (conosciuta anche come data di scadenza).

Misura statistica dei movimenti di mercato nel tempo, calcolato usando la deviazione standard (a un’alta volatilità è spesso associato un alto livello di rischio).

La misura o il valore degli scambi totali su un determinato strumento finanziario nel corso di uno specifico periodo di tempo.

Chart construction that shows a price pattern over time, where price rising dramatically decrease incrementally.

A highly instable market where a sharp price movement is followed by a sharp reversal.

When a limit order has been requested but not filled.

Symbol for Silver Index.

Symbol for Gold Index.

The percentage return from an investment.

Abbreviation for year over year.

The base unit of currency in China.